Superbonus per le seconde case!

Abbiamo parlato molto di superbonus 110% per quanto riguarda i lavori di ristrutturazione. Ma forse non ti abbiamo detto (visto anche il periodo estivo sempre più vicino) che un punto fondamentale della legge prevede che questo superbonus sia utilizzabile non solo per una abitazione ma bensì su due abitazioni possedute da un unico proprietario!

Puoi quindi pensare ad una riqualificazione anche della tua case al mare, in montagna, al lago. Insomma potrai utilizzare questa grande agevolazione per migliorare le tue abitazioni ovunque esse siano!

Questa non è una cosa da poco!




Come funziona il superbonus per le seconde case?


Quindi alla domanda se sia possibile applicare il superbonus 110% per le seconde case la risposta è chiaramente si. E adesso lo vediamo nel dettaglio!

La normativa dice chiaramente che si può utilizzare l’agevolazione su un massimo di due immobili intestati alla medesima persona indipendentemente dal fatto che siano prima o seconda casa, quindi uno potrebbe utilizzare questo superbonus su una prima casa ed una seconda casa o anche su due abitazioni acquistate come seconda casa.


Sono previste esclusioni?


Da questa agevolazione sono sempre escluse le abitazioni di categoria A1 A8 ed A9, ossia le abitazioni di tipo signorile, le ville di lusso ed i castelli o palazzi di particolare pregio artistico e storico.

Le regole sono sempre le stesse, i lavori possono essere eseguiti dalle persone finché che posseggono o detengono un immobile. Si devono eseguire i lavori trainanti per poter utilizzare il bonus che ti ricordiamo prevedono: gli interventi di isolamento termico oramai comunemente chiamato cappotto per almeno il 25% della superficie disperdente, la sostituzione dell’impianto di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda e gli interventi antisismici.

Inoltre la normativa prevede che se si eseguono almeno uno dei lavori trainanti è possibile portare in detrazione al 110% anche altri lavori come: l’impianto fotovoltaico con le batterie di accumulo, la posa delle colonnine di ricarica per le auto elettriche, l’eliminazione delle barriere architettoniche e la sostituzione dei serramenti.

Rimangono invariati anche i termini per eseguire i lavori vale a dire fino al 30 giungo 2022 per le singole abitazioni come le ville unifamiliari, fino al 31 dicembre 2022 per i condomini e fino al 31 dicembre 2023 per gli IACP.


Chiedi consiglio ad Edilcom


Ormai l’estate è sempre più alle porte e se pensi sia arrivato il momento di dare una bella “rinfrescata” alla tua casa estiva, questa è l’occasione che fa per te.

Noi ti possiamo aiutare. Come? Scrivi ai nostri contatti oppure vieni direttamente nel nostro show-room. Saremo felici di seguirti passo passo.

Ti aspettiamo!

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti