Come approfittare delle detrazioni per ristrutturare casa

Stai pensando di ristrutturare casa e magari di utilizzare le agevolazioni fiscali? Ma non sai quali sono e come poter fare? Sei capitato nel posto giusto. Infatti nei prossimi paragrafi ti spiegheremo nel dettaglio come procedere.

Ci sei? Partiamo!

Prima di tutto è bene sapere che le agevolazioni attive per la ristrutturazione, e più in generale per la casa, sono molte e rispetto al 2021 alcune hanno subito dei cambiamenti. Ecco perché abbiamo deciso di dedicare questo articolo a presentare in modo chiaro i bonus casa 2022 ad oggi disponibili.





Bonus casa 2022: una panoramica


Il ventaglio di bonus casa 2022 è ampio per tutto l’anno in corso. Sono comprese le detrazioni fiscali previste per le ristrutturazioni edilizie, la riqualificazione energetica e l’acquisto di elettrodomestici e mobili, ma anche per l’acquisto della prima casa o le spese di affitto. In generale la lista dei bonus casa 2022 può essere così strutturata:

  • detrazioni per la ristrutturazione del 50%

  • ecobonus del 110%, 65% e 50%

  • detrazioni per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici del 50%


Detrazioni al 50% per la ristrutturazione


I bonus casa 2022 comprendono anche le detrazioni fiscali per i lavori di ristrutturazione edilizia. Nello specifico si fa riferimento ai lavori eseguiti dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2024. Lo sgravio IRPEF a cui si ha diritto è pari al 50% dei costi sostenuti, ma entro un limite pari a 96.000 euro. Nello specifico, le lavorazioni devono riguardare:

  • lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati su parti comuni di edifici residenziali, cioè su condomini

  • interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuati su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e pertinenze

A titolo d’esempio, sono oggetto dell’agevolazione fiscale le spese sostenute per la realizzazione e il miglioramento dei servizi igienici, per la sostituzione dei serramenti o degli infissi, per la recinzione delle aree private.





Ecobonus del 110%, 65% e 50%


L’ecobonus ordinario corrisponde alle detrazioni fiscali IRPEF e IRES in una percentuale che varia dal 65% al 50%. Sono compresi gli interventi per la sostituzione di finestre, infissi e caldaie. Attenzione perché in caso di lavori a livello condominiale la percentuale può arrivare all’85% dei costi totali sostenuti.

Il Superbonus ha introdotto la detrazione pari al 110% appunto per alcune lavorazioni e interventi di riqualificazione energetica. Nello specifico, si parla di lavori trainanti e che comprendono la sostituzione degli impianti di climatizzazione, interventi di isolamento termico e interventi antisismici.


ATTENZIONE: le date di scadenza dei bonus casa 2022 legate al Superbonus hanno scadenze differenti. Nello specifico:

  • per le abitazioni unifamiliari, il bonus casa maggiorato spetta fino al 31 dicembre 2022, a patto di raggiungere il 30% dell’intervento complessivo entro il 30 giugno

  • per i condomini e le persone fisiche proprietarie o comproprietarie di edifici da 2 a 4 unità immobiliari, spetta fino al 2023. Nel 2024 l’agevolazione scenderà al 70% e nel 2025 al 65%, arrivando quindi all’aliquota ordinaria prevista per l’ecobonus.

Rivolgiti ad Edilcom


Se stai pensando di ristrutturare casa e vorresti approfittare dei bonus non esitare a rivolgerti a noi attraverso i nostri contatti o nel venire a trovarci in sede.

Saremo felici di aiutarti!

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti